Download E-books Ottocento italiano. La pittura PDF

By Gloria Fossi

Un file dedicato alla pittura italiana dell'Ottocento. In sommario: Premessa. Sfortuna e fortune dell'Ottocento italiano; Dall'Impero al Quarantotto; I decenni del Risorgimento; 1858-1870: Francia e Italia, primi intrecci cosmopoliti; Gli anni dell'Unità. Come tutte le monografie della collana file d'art, una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un utilissimo quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

SOMMARIO:
L’OTTOCENTO ITALIA
La pittura -Gloria Fossi
4 Premessa. Sfortuna e fortune dell’Ottocento italiano
8 Dall’Impero al Quarantotto
18I decenni del Risorgimento
30 1858-1870: Francia e Italia, primi intrecci cosmopoliti
40 Gli anni dell’Unità
48 Biografie
50 Bibliografia

Show description

Read Online or Download Ottocento italiano. La pittura PDF

Best Art History books

Art in Renaissance Italy: 1350-1500 (Oxford History of Art)

The Italian Renaissance used to be a pivotal interval within the background of Western tradition in which artists equivalent to Masaccio, Donatello, Fra Angelico, and Leonardo created the various world's such a lot influential and fascinating works in various inventive fields. the following, Evelyn Welch offers a clean photo of the Italian Renaissance through hard conventional scholarship and putting emphasis on recreating the event of up to date Italians: the shoppers who commissioned the works, the participants of the general public who considered them, and the artists who produced them.

Treasuring the Gaze: Intimate Vision in Late Eighteenth-Century Eye Miniatures

The tip of the eighteenth century observed the beginning of a brand new craze in Europe: tiny images of unmarried eyes that have been exchanged by way of enthusiasts or relatives. Worn as brooches or pendants, those minuscule eyes served an identical emotional want as extra traditional mementoes, reminiscent of lockets containing a coil of a enjoyed one’s hair.

Prehistoric Future: Max Ernst and the Return of Painting between the Wars

Some of the most renowned artists of the 20 th century, Max Ernst used to be a proponent of Dada and founding father of surrealism, identified for his unusual, evocative work and drawings. In Prehistoric destiny, Ralph Ubl methods Ernst like not anyone else has, utilizing theories of the unconscious—surrealist automatism, Freudian psychoanalysis, the idea that of background as trauma—to research how Ernst’s building of college departs from different glossy artists.

Dada East: The Romanians of Cabaret Voltaire (MIT Press)

Dada -- probably the main well-known and outrageous of modernism's inventive events -- is related to have began on the Cabaret Voltaire, a literary night staged on the eating place Meierei in Zurich on February five, 1916. The night featured stamping, roaring, banging at the lids of pots and pans, and the recitation of incomprehensible "poemes simultanes" therefore an international revolution in paintings and tradition was once born in a Swiss eating place.

Extra info for Ottocento italiano. La pittura

Show sample text content

L. a. donna ha uno sguardo triste e lontano, quasi a sognare e a rimpiangere l. a. Francia, di là dai confini. Il marito è seduto di spalle, davanti al caminetto, lontano dalle figlie che l. a. moglie tiene vicino a sé, quasi a proteggerle. Nessuno dei quattro guarda nella stessa direzione, ognuno è chiuso in una solitudine pensierosa; perfino le bambine paiono prive di un qualsivoglia accenno alla spensieratezza che dovrebbe esser tipica di quella stagione della vita. 36 according to quanto ammirato dai giovani macchiaioli, questo capolavoro francese viene ormai ritenuto non tanto un elemento in keeping with loro ispiratore, quanto piuttosto un segno di corrispondenza, di ricerche simili: «l’aspirazione cioè a una revisione cosciente del linguaggio e dei valori della tradizione, nello spirito di quella applicazione analitica alla cultura e alla realtà in cui consistevano le aspirazioni del Positivismo», in step with usare una sintetica ma pregnante spiegazione di Carlo Sisi, oggi fra i più acuti studiosi dell’Ottocento italiano. Questo comun denominatore bene s’individua in alcuni ritratti e scene di vita bor- ghese dei nostri artisti. Se esaminiamo il luminoso ritratto di Fattori los angeles cugina Argia, vediamo una donna seduta di profilo, che volge in line withò lo sguardo, diretto, sicuro e quasi indagatore, sullo spettatore, le mani in grembo. Una pennellata densa illumina il vestito e indugia sul grigio serico della veste e sui bianchi, di different tonalità: sono i bianchi che tanto avevano colpito Degas nei grembiulini delle cugine. Un altro macchiaiolo, Odoardo Borrani (Pisa 1833 - Firenze 1905), rappresenta nella tela Le primizie, con fare pacato, los angeles serena scena dell’arrivo dai campi di una cesta di pesche, sulla terrazza del villino di Piagentina, presso Firenze. Nell’aria fresca del mattino l. a. contadina scalza porge los angeles frutta alla padrona, che interrompe serena e gentile los angeles lettura, mentre il cane è all’erta. Ancora una volta, resta il commento del critico e pittore Adriano Cecioni, che giustamente si dichiara ammaliato da questo dipinto di grande invenzione, anche grazie alla particolare inquadratura della scena, che ci fa sembrare di essere lì, sulla terrazza, quasi alle spalle della domestica. Qui Borrani è riuscito a risolvere un problema «quasi impossibile», come scrive Cecioni, cioè los angeles distinzione fra i diversi bianchi: quello del manto del cane, l’altro del ricamo sullo schienale della poltrona, e infine il candore del vaporoso vestito della signora. Anche nelle opere di Cristiano Banti (Santa Croce sull’Arno, Pisa 1824 - Montemurlo, Prato 1904) e dell’amico Giovanni Boldini, che nel 1861 period iscritto all’Accademia di Belle arti di Firenze, si può forse leggere, come più volte è stato rimarcato, l’eco del rigore formale di Degas e di un uso più disinvolto delle gamme cromatiche, anche Odoardo Borrani, Le primizie (1868). 37 Antonio Ciseri, Ecce Homo (1880-1891); Firenze, palazzo Pitti, Galleria d’arte moderna. 38 squillanti; ma soprattutto una ricerca affine di revisione linguistica. Lasciandosi ormai l. a. pittura romantica alle spalle, gli artisti mostrano comunque, in questi anni, aspirazioni e stili diversi.

Rated 4.85 of 5 – based on 11 votes