Download E-books Il punto di vista del cavallo: Caravaggio PDF

By Vittorio Sgarbi

Caravaggio è doppiamente contemporaneo.

È contemporaneo perché c’è, perché viviamo contemporaneamente alle sue opere che continuano a vivere; ed è contemporaneo perché los angeles sensibilità del nostro pace gli ha restituito tutti i significati e l’importanza della sua opera. Non sono stati il Settecento o l’Ottocento a capire Caravaggio, ma il nostro Novecento. Caravaggio viene riscoperto in un’epoca fortemente improntata ai valori della realtà, del popolo, della lotta di classe.

Ogni secolo sceglie i propri artisti. E questo garantisce un’attualizzazione, un’interpretazione di artisti che non sono più del Quattrocento, del Cinquecento e del Seicento ma appartengono al pace che li capisce, che li interpreta, che li sente contemporanei. Tra questi, nessuno è più vicino a noi, alle nostre paure, ai nostri stupori, alle nostre emozioni, di quanto non sia Caravaggio.

Show description

Read Online or Download Il punto di vista del cavallo: Caravaggio PDF

Similar Art History books

Art in Renaissance Italy: 1350-1500 (Oxford History of Art)

The Italian Renaissance used to be a pivotal interval within the heritage of Western tradition within which artists comparable to Masaccio, Donatello, Fra Angelico, and Leonardo created many of the world's so much influential and intriguing works in quite a few inventive fields. the following, Evelyn Welch offers a clean photo of the Italian Renaissance via not easy conventional scholarship and putting emphasis on recreating the event of up to date Italians: the consumers who commissioned the works, the contributors of the general public who considered them, and the artists who produced them.

Treasuring the Gaze: Intimate Vision in Late Eighteenth-Century Eye Miniatures

The tip of the eighteenth century observed the beginning of a brand new craze in Europe: tiny pics of unmarried eyes that have been exchanged by means of fanatics or relations. Worn as brooches or pendants, those minuscule eyes served an analogous emotional want as extra traditional mementoes, reminiscent of lockets containing a coil of a enjoyed one’s hair.

Prehistoric Future: Max Ernst and the Return of Painting between the Wars

Probably the most trendy artists of the 20th century, Max Ernst used to be a proponent of Dada and founding father of surrealism, identified for his unusual, evocative work and drawings. In Prehistoric destiny, Ralph Ubl ways Ernst like not anyone else has, utilizing theories of the unconscious—surrealist automatism, Freudian psychoanalysis, the concept that of heritage as trauma—to research how Ernst’s development of college departs from different sleek artists.

Dada East: The Romanians of Cabaret Voltaire (MIT Press)

Dada -- might be the main recognized and outrageous of modernism's creative activities -- is expounded to have all started on the Cabaret Voltaire, a literary night staged on the eating place Meierei in Zurich on February five, 1916. The night featured stamping, roaring, banging at the lids of pots and pans, and the recitation of incomprehensible "poemes simultanes" therefore an international revolution in paintings and tradition used to be born in a Swiss eating place.

Extra resources for Il punto di vista del cavallo: Caravaggio

Show sample text content

Nature morte intese non come decorazioni bensì come rifugio nell’assoluto di un pittore che non vuole dipingere l. a. natura umana, non vuole dipingere l’uomo, e dunque ripiega sulla natura non-umana. Ebbene, se Morandi nelle sue opere riesce a dipingere l’assoluto, lo si deve al fatto che Caravaggio, con los angeles Canestra di frutta, dimostra come una natura morta possa essere espressiva quanto un volto. Il suo è un ritratto di natura morta. È una natura viva. Viva già nel leggero sporgere della base del cesto, che avanza verso il riguardante e con l’ombra, illusionisticamente, sembra animare il segmento di tavolo. Ed è tanto più viva, paradossalmente, nella caducità, nella mortalità della frutta che il pittore sceglie di ritrarre: una mela piena e dai colori vivissimi, in keeping withò bacata; acini d’uva bianca che già virano al bruno di una maturazione ormai eccessiva; foglie vizze e ritorte insieme a foglie verdi e rigogliose: l’idea, insomma, di una realtà un po’ difettosa, come quella già vista nel Bacchino malato. Su tutto, los angeles luce del campito: una luce tutt’altro che realistica ma che riesce a dare los angeles dimensione del cesto nella sua realtà. È un’immagine così assoluta, che è difficile vederne un’altra in cui l. a. natura morta abbia l. a. stessa eloquenza: l’eloquenza di una natura morta che ha una sua vita interiore. Benché ferma, parla; benché inanimata, ha un’anima; benché bloccata come se fosse sottovetro, sentiamo che le sue foglie stanno muovendosi, sia natural consistent with arricciarsi ancora di più nel loro appassire. È l’espressione più alta di quella pittura della realtà che Caravaggio porta a compimento guardando gli artisti lombardi (perché queste nature morte, sia pur non di così elegant evidenza e piuttosto come particolari di dipinti, si trovano soprattutto nei bresciani e in particolare in Moretto) e considerando che in keeping with lui “tanta manifattura gli è a fare un quadro buono di fiori, come di figure”, secondo una frase attribuitagli dal marchese Giustiniani, ossia che dipingere una figura umana gli costa tanta fatica quanto dipingere un grappolo d’uva o una cesta: quindi non vede nessuna differenza tra i due soggetti: il suo impegno è il medesimo. Canestra di frutta, Pinacoteca Ambrosiana, Milano C’è qualcosa di travolgente in questo dipinto, nella sua perfezione assoluta dei dettagli, nella posizione di una foglia rispetto all’altra. Vi sentiamo l. a. vita silente, secondo l. a. definizione con cui De Chirico cerca di liberare l’idea di natura dalla parola: “morta”. Non tanto natura morta, dunque, quanto vita silente. Un silenzio assordante, che fa sentire l. a. vita e rende quest’opera uno dei più grandi assoluti della storia della pittura. Ed eccoci arrivati al crinale fra un secolo e l’altro. Siamo nel passaggio dal 1599 al 1600, con quella che in line with Caravaggio è l. a. prima committenza pubblica, l. a. decorazione della cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi, a Roma, con los angeles Vocazione di San Matteo e il Martirio di San Matteo. l. a. scena della Vocazione di San Matteo si svolge in una locanda, dove il gabelliere Matteo è seduto a un tavolo con quattro compagni di gioco.

Rated 4.69 of 5 – based on 16 votes